Logo Regione Autonoma della Sardegna
POLITICHE SOCIALI DELLA SARDEGNA
sardegnasociale  ›  giovani  ›  lavoro

Lavoro

Il lavoro è uno dei temi fondamentali per l'amministrazione regionale: difendere i posti di lavoro esistenti e crearne di nuovi è un obiettivo della Regione perché la Sardegna registra uno dei più alti tassi di disoccupazione in Italia e un grave ritardo nel governo del mercato del lavoro.

Una politica del lavoro attiva che deve articolarsi a seconda delle fasce di popolazione interessate. Gli interventi per la creazione di nuovi posti devono favorire sia l'inserimento nel mercato del lavoro dei giovani, che favorire il reinserimento dei lavoratori che, per qualsiasi motivo, si trovano fuori dal mercato, consolidando lavoro autonomo e dipendente.

La promozione della formazione continua delle risorse umane adeguata rappresenta un punto di forza dell'attuale mercato del lavoro; si impone, infatti, un costante adeguamento delle conoscenze ed una crescente capacità di adattamento al veloce e continuo mutare della domanda.

Per fare incontrare domanda e offerta di lavoro la Regione ha attivato strutture specializzate quali l'Agenzia del Lavoro e strumenti quali il SIL (Sistema Informativo del Lavoro) e opererà con l'obiettivo di creare una struttura regionale di coordinamento, orientamento, avviamento al lavoro che poi troverà il suo sbocco a livello provinciale e territoriale attraverso sportelli collegati a una rete telematica.

Normativa:
Legge regionale del 5 dicembre 2005, n. 20
Decreto Legislativo del 5 aprile 2002, n. 77
Legge Regionale del 24 gennaio 2002, n. 1
Legge del 15 dicembre 1998, n. 441

Link correlati:
SardegnaLavoro
Ministero del Lavoro