Logo Regione Autonoma della Sardegna
POLITICHE SOCIALI DELLA SARDEGNA
sardegnasociale  ›  no profit  ›  volontariato  ›  le organizzazioni di volontariato

Le organizzazioni di volontariato

E' considerato organizzazione di volontariato ogni organismo liberamente costituito al fine di svolgere l'attività esclusivamente per fini di solidarietà e che si avvalga in modo determinante e prevalente delle prestazioni personali volontarie e gratuite dei propri aderenti. Le organizzazioni di volontariato sono regolamentate dalla Legge Quadro sul Volontariato n. 266 del 11 agosto 1991.
Il volontariato interviene nell'assistenza agli anziani, ai malati in ospedale, ai carcerati ed ex-carcerati e alle loro famiglie; in sostegno alle persone con disabilità, ai dimessi dagli ospedali psichiatrici, ai tossicodipendenti, ai malati di Aids, ai minori, per il loro inserimento sociale, lavorativo e famigliare; fornisce accoglienza e appoggio ai senza fissa dimora e alle persone in difficoltà; è presente nel trasporto dei malati, nei servizi a domicilio, di pronto soccorso, di donazione del sangue e di organi, nei servizi specializzati di alcune malattie, di dialisi, nei consultori famigliari.

Il volontariato sardo, disciplinato dalla Legge Regionale 13 settembre 1993, n. 39 è nato e ha consolidato la sua azione in aree nelle quali l'intervento pubblico non appariva adeguato rispetto alle esigenze della popolazione, quali l'assistenza a famiglie in condizioni di povertà, l'emergenza sanitaria, le comunità per tossicodipendenti. Fino ad anni recenti ha operato come autonoma espressione di impegno civile dei cittadini attorno ad un bisogno, facendosi carico di problemi che non risultavano sufficientemente affrontati dalle strutture pubbliche. In questi ambiti il volontariato ha svolto una funzione anticipatoria, promuovendo modalità d'intervento e di servizio che molto più tardi le istituzioni pubbliche hanno riconosciuto efficaci.
In questi ultimi anni, il quadro è cambiato, in quanto il volontariato si trova ad operare insieme ai servizi pubblici in molteplici ambiti, a collaborare con essi, a costruire sistemi d'intervento condivisi. Tutto ciò ha avuto evidenti effetti positivi, ma determina l'esigenza di individuare modalità concrete di collaborazione, luoghi di partecipazione alla formulazione delle decisioni, di formazione di operatori e di volontari.
Le organizzazioni di volontariato che intendono attivare rapporti con le istituzioni pubbliche devono iscriversi al Registro Generale del Volontariato istituito presso la Presidenza della Regione.

Elenco associazioni di volontariato

Normativa:
Legge Regionale del 13 settembre 1993, n. 39
Legge dell'11 agosto 1991, n. 266

Link correlati:
Sardegna Solidale
Associazione Mondo X Sardegna
Associazione Interculturale NUR