Logo Regione Autonoma della Sardegna
POLITICHE SOCIALI DELLA SARDEGNA
sardegnasociale  ›  programmazione  ›  piani locali sociali  ›  piani locali unitari dei servizi alla persona

Piani locali unitari dei servizi alla persona

La nuova programmazione unitaria ed integrata dei servizi alla persona, prevista dalla L.R. 23/2005, si propone un compito arduo, ma improrogabile: mettere in rete e armonizzare gli interventi ed i servizi sociali, sociosanitari e sanitari. L'esigenza di coordinamento e razionalizzazione in tali settori è sentita come necessaria e urgente dagli operatori, ma in special modo dai cittadini: quando si sperimenta una condizione di fragilità, quale un anziano in famiglia che perde la sua autonomia, le carenze e le inefficienze della rete dell'assistenza alla persona emergono, a volte con drammaticità.

Tuttavia, l'analisi attenta delle risorse umane impegnate e della spesa sostenuta fa ritenere che il problema principale delle disfunzionalità non risieda tanto (o meglio, soltanto) nella scarsità delle risorse a disposizione (elemento, che, soprattutto nel vissuto degli operatori, è molto presente), ma in primo luogo nella mancanza di coordinamento e messa in rete dei servizi e degli interventi. A tale coordinamento mira appunto il Plus che, anche grazie alla progettazione partecipata, deve consentire la costruzione di un sistema realmente a servizio delle persone.

Il Plus, adottato con accordo di programma, è dunque lo strumento per la programmazione sociale e sociosanitaria dell'ambito distrettuale.
Attraverso il Plus i Comuni dell'ambito, la Provincia e l'Azienda sanitaria determinano obiettivi e priorità, programmano e dispongono in modo integrato gli interventi sociali, sanitari e sociosanitari.
Il Piano Locale dei Servizi ha durata triennale con aggiornamento economico-finanziario annuale e, in fase di prima applicazione, può formulare obiettivi e progetti operativi solo per la prima annualità indicando macro obiettivi per il secondo e terzo anno del triennio di riferimento.

Consulta i documenti:
Delibera del 30 maggio 2006, n. 23/30 - Linee guida per l'avvio dei PLUS
Plus divisi per provincia
Piano regionale dei servizi sociali e sanitari
Piano socio-assistenziale per il triennio 1998-2000
Convegno regionale "Gli Uffici per la programmazione e la gestione dei servizi alla persona"