Logo Regione Autonoma della Sardegna
POLITICHE SOCIALI DELLA SARDEGNA
sardegnasociale  ›  infanzia  ›  disagio e abuso  ›  coordinamento italiano dei servizi contro il maltrattamento...

Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l'Abuso all'Infanzia (CISMAI)

Il Cismai (Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l'Abuso all'Infanzia) si è costituito in associazione nel 1993. Soci fondatori sono il Centro per il Bambino Maltrattato (CbM) di Milano, il "CAF-Centro Aiuto alla Famiglia" (associazione privata no-profit di Milano), il reparto Psichiatria e Psicoterapia dell'Ospedale Bambin Gesù di Roma, l'associazione "Centro per l'Età Evolutiva" (scioltasi qualche tempo dopo) e il Servizio "Numero Blu" dell'Amministrazione Provinciale di Cagliari.
Da allora il numero dei soggetti aderenti al Coordinamento si è progressivamente ampliato fino ad avere oggi associati, oltre ai soci individuali, più di trenta Centri e Servizi appartenenti sia al settore pubblico (Comuni e Aziende Sanitarie Locali) sia al terzo settore (cooperative sociali, associazioni no-profit e di volontariato) diffusi in tutta Italia.

Il Cismai costituisce "una sede permanente di carattere culturale e formativo nell'ambito delle problematiche inerenti le attività di prevenzione e trattamento della violenza contro i minori, con particolare riguardo all'abuso intrafamiliare" (art. 1 dello Statuto).

Il Coordinamento ha il duplice scopo di:
1- Favorire il confronto e lo scambio tra le diverse esperienze operative e costruirsi come sede di confronto e ricerca sul piano scientifico-operativo.
2- Portare nel dibattito nazionale la voce delle esperienze operative, concorrendo alle innovazioni e gli adeguamenti necessari sia sul piano normativo che amministrativo.
Oltre ai soci individuali sono molti i Centri e Servizi Associati appartenenti sia al settore pubblico (Comuni e ASL), sia al terzo settore (Cooperative sociali, associazioni no-profit e di volontariato) diffusi in tutta Italia. Per l'associatura viene posta la condizione che i soci siano attivamente impegnati nella pratica professionale dei diversi interventi di protezione e cura dei bambini e delle bambine maltrattati e delle loro famiglie.

Presidenza e Segreteria
via del Mezzetta, 1 - 50135 Firenze
tel. 055 601375 - 6121306
fax 055 6193818
e-mail
sito web