Logo Regione Autonoma della Sardegna
POLITICHE SOCIALI DELLA SARDEGNA
sardegnasociale  ›  indirizzi  ›  il mondo dei servizi

Il mondo dei servizi

Il mondo dei servizi
I Servizi sociali sono gestiti in parte direttamente dai Comuni e, sempre più, vengono affidati in gestione esterna per la maggior parte a Cooperative sociali ma anche a organismi dell'associazionismo e del volontariato. Nei loro confronti, i Comuni esercitano funzioni di controllo e di verifica periodica sulle prestazioni e di verifica finale dei risultati raggiunti.
Il sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali promuove la solidarietà sociale attraverso la valorizzazione delle iniziative delle persone, delle famiglie, delle forme di auto-aiuto e di reciprocità, nonché della solidarietà organizzata. La Regione Sardegna con la L.R. n. 23/2005 riconosce espressamente al privato sociale una funzione centrale nel processo di co-progettazione dei servizi e di realizzazione concertata degli stessi; sostiene il ruolo delle organizzazioni del terzo settore ovvero dei soggetti del volontariato di cui alla legge regionale 13 settembre 1993, n. 39, delle cooperative sociali di cui alla legge regionale 22 aprile 1997, n. 16, delle associazioni di promozione sociale previste dalla Legge 7 dicembre 2000, n. 383, delle fondazioni e di ogni altra organizzazione non lucrativa operante in Sardegna, finalizzata al perseguimento di obiettivi di solidarietà sociale.

La Regione e gli enti locali promuovono la partecipazione di tali soggetti alla programmazione, realizzazione e valutazione del sistema integrato regionale per:
a) lo sviluppo del sistema locale dei servizi, anche attraverso la progettazione congiunta degli interventi e la messa in rete delle risorse;
b) l'integrazione delle politiche sociali, valorizzando la capacità di innovazione dei soggetti sociali solidali;
c) lo sviluppo locale di attività socioeconomiche in grado di produrre incremento di capitale sociale, valorizzazione delle risorse locali, inclusione dei soggetti deboli.

Le informazioni riportate in questa sezione fanno riferimento alla banca dati regionale che, attualmente, presenta delle carenze; va potenziata e sostenuta la capacità della Regione di conoscere e monitorare ed interpretare quanto avviene nei diversi territori.
Malgrado questo, la Regione intende tutelare il diritto dei cittadini all’informazione ed il loro diritto di accesso (orientamento e accompagnamento) ai servizi e alle prestazioni.
Con il progetto SardegnaSociale, la Regione intende contribuire al processo di avvicinamento delle istituzioni pubbliche verso i cittadini e rappresenta una risorsa indispensabile per la loro informazione. Attraverso questo strumento i cittadini potranno anche porsi in maniera attiva e propositiva segnalandoci non solo eventuali bisogni non soddisfatti e criticità rilevate, ma anche esempi di buon funzionamento, di buoni risultati raggiunti che ci consentano di far conoscere a tutti sia i problemi ma anche gli aspetti positivi del nostro sistema sociale.