Logo Regione Autonoma della Sardegna
POLITICHE SOCIALI DELLA SARDEGNA
sardegnasociale  ›  lotta al disagio  ›  persone con disabilità  ›  inserimento lavorativo

Inserimento lavorativo

Le politiche per l'integrazione nel lavoro delle persone con disabilità tendono, da una parte, a introdurre sistemi di valutazione delle capacità che facilitino la selezione da parte dell'impresa, dall'altra, ad ampliare le opportunità d'inserimento lavorativo delle persone con disabilità consentendo alle imprese di assolvere con più modalità all'obbligo del collocamento.
I programmi per l'occupazione e l'inclusione tendono a promuovere tutte le attività volte alla valorizzazione delle capacità delle persone svantaggiate e, in particolare, dei disabili, per renderli il più possibile autosufficienti.

Con la legge regionale 5 dicembre 2005, n. 20 "Norme in materia di promozione dell'occupazione, sicurezza e qualità del lavoro. Disciplina dei servizi e delle politiche per il lavoro. Abrogazione della Legge Regionale 14 luglio 2003, n. 9, in materia di lavoro e servizi all'impiego", la Regione Sardegna si propone la realizzazione di un efficace sistema di incontro tra domanda e offerta di lavoro, nell'ambito di una strategia rivolta a promuovere la piena occupazione, la regolarità, sicurezza e qualità del lavoro, all'interno della quale promuovere azioni idonee a garantire l'inserimento e la permanenza nel mercato del lavoro dei soggetti diversamente abili, delle persone a rischio di esclusione sociale, dei disoccupati di lunga durata e dei lavoratori immigrati.

Normativa:
Legge regionale del 5 dicembre 2005, n. 20