Logo Regione Autonoma della Sardegna
POLITICHE SOCIALI DELLA SARDEGNA
sardegnasociale  ›  no profit  ›  volontariato  ›  registro generale del volontariato

Registro generale del volontariato

Il Registro generale del volontariato, è istituito presso la Presidenza della Giunta regionale. Diviso nei settori Sociale, Culturale, Ambiente, Diritti Civili, rappresenta l'elenco aggiornato delle organizzazioni di volontariato attive sul territorio regionale.
In applicazione dei principi della legge regionale n. 39 del 13.9.1993, le organizzazioni di volontariato che intendono attivare rapporti con le istituzioni pubbliche devono iscriversi a tale Registro.

Possono iscriversi al Registro le organizzazioni di volontariato in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 3 della Legge Quadro sul Volontariato dell'11 agosto 1991, n. 266, la cui attività sia finalizzata o alla cura di interessi individuali di cui siano titolari in misura prevalente soggetti terzi rispetto agli associati, o alla cura di interessi collettivi meritevoli di tutela.
Per ottenere l'iscrizione il rappresentante legale dell'organizzazione deve presentare una domanda alla Presidenza della Regione.

Il Registro è soggetto a revisione annuale, finalizzata a verificare sia il permanere dei requisiti cui è subordinata l'iscrizione, sia l'effettivo svolgimento delle attività di volontariato.
La cancellazione dal Registro può essere disposta per la perdita di uno o più dei requisiti richiesti per l'iscrizione, per il mancato svolgimento delle attività di volontariato e per la grave e ripetuta violazione degli obblighi derivanti dagli accordi di cui all’articolo 14 della legge n. 266. La cancellazione è comunicata all'organizzazione interessata tramite lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La cancellazione dal Registro può essere disposta, inoltre, anche su domanda del rappresentante legale dell'organizzazione di volontariato.

Consulta il procedimento per l'iscrizione al registro generale del volontariato